Gabriele Guarnieri | Psicologo e Psicoterapeuta | Bassano del Grappa

Dott. Gabriele Guarnieri Psicologo e Psicoterapeuta a Bassano del Grappa

adolescenza - Archivio

mercoledì

13

Gennaio 2016

6

COMMENTS

Genitori: le 12 regole da ricordare con i ragazzi

Scritto da , in Adolescenti, Adulti, Famiglia

ragazzi-fiducia nel futuro.jpgDurante la fase evolutiva, soprattutto durante i primissimi mesi e anni di vita, il ruolo del genitori è di aiutare i figli nella loro crescita, supportandoli e cercando di prevedere le loro mosse, mentre in adolescenza questo non dovrebbe avvenire.  Devono imparare dalle loro esperienze e dai loro sbagli, ma hanno soprattutto bisogno di persone, di genitori pronti ad incoraggiarli quando ne sentono il bisogno e che mantengano la fiducia in loro! (altro…)

martedì

27

Gennaio 2015

1

COMMENTS

Competizione nella crescita dei figli.

Scritto da , in Adulti, Famiglia

competizione-figli.jpgIl ruolo del genitore è sicuramente complesso, ricco di difficoltà, di preoccupazioni e di ansie, ma che sa dare tantissime gratificazioni e soddisfazioni.

Fin dai primissimi mesi, le mamme dapprima e piano piano anche i papà, si relazionano con i propri figli cercando di dare tutto l’amore possibile, di fornire ai propri pargoli tutto ciò che è nelle loro possibilità e talvolta anche di più; di conseguenza non credo che si possa mai dare la colpa ad un genitore per degli “errori” fatti nella crescita dei propri figli.  (altro…)

martedì

14

Gennaio 2014

0

COMMENTS

Genitori e ragazzi: placare le tensioni

Scritto da , in Adolescenti, Famiglia

genitori-figli-conflitti.jpgUna delle caratteristiche fondamentali dell’adolescenza è l’ambivalenza tra gli aspetti legati alla dipendenza ed aspetti legati all’indipendenza. Nei primissimi mesi ma anche nei primi anni di vita, i bambini hanno bisogno di dipendere dai  propri genitori, di considerarli onnipotenti e presenti e vi è una forte idealizzazione verso di loro. Diventare adulti però, “dovrebbe” comportare il passaggio dalla idealizzazione alla de-idealizzazione e di conseguenza mamma e papà,  non dovrebbero essere più considerati con soli pregi (come nell’infanzia), né tanto meno con soli difetti (come nell’adolescenza) ma con pregi e difetti (la fase adulta). (altro…)